Avrebbero potuto arrendersi al distanziamento imposto dai provvedimenti anti-COVID , ma insegnanti, genitori e alunni della sezione 3B della nostra scuola dell’Infanzia , malgrado il particolare momento storico, hanno deciso di non rinunciare alle emozioni dell’ultimo spettacolo del triennio e, con un grande lavoro di squadra, di mettere in scena la “Storia di una Gabbianella e del Gatto che le insegnò a volare” , capolavoro dello scrittore cileno Luis  Sepùlveda, scomparso proprio a causa della pandemia. Così i bimbi, coordinati dalle docenti e dalle famiglie, che si sono raccordate tramite Google Meet e Whatsapp sia per le prove delle parti recitate e delle coreografie ballate che per la preparazione dei travestimenti, sono riusciti a raccontare in rima uno degli esempi più teneri di integrazione  e di amicizia tra specie per natura antagoniste: uccelli e felini. Le singole performances, riprese a casa e successivamente inviate, sono state poi egregiamente montate da un papà , professionista del settore, che seguendo scrupolosamente le direttive delle maestre, anche loro coinvolte nella rappresentazione, ne ha realizzato un cortometraggio intenso e commovente, andato “on line” in prima visione, riservata ad attori e parenti, lo scorso 16 Giugno. Nella vicenda, nota ai più, grazie a  un gatto, che l’accudisce e l’aiuta benché “diversa”, una gabbianella rimasta senza mamma riesce a superare paure e difficoltà, a ritrovare la sua identità e a seguire la sua strada. Grande è la lezione di vita per tutti , a più di 20 anni di distanza dall’uscita del romanzo: Zorba ci insegna ad amare senza pregiudizi chi in apparenza non è simile a noi e Fortunata a credere nelle nostre possibilità, a non mollare mai, ad inseguire sempre i nostri sogni, perché….SOLO CHI OSA PUO’ VOLARE!

All’orizzonte per i piccoli c’è già una nuova avventura: la scuola Primaria!!!

 

    

I nostri piccoli attori durante la loro irresistibile performance