L’8 marzo è un’occasione per riflettere insieme sui diritti, sulla parità di genere, quest’anno ci soffermiamo su un diritto basilare: il diritto alla vita.
Infatti mentre il numero degli omicidi in Italia è in calo, gli omicidi all’interno delle mura domestiche continuano a crescere e le vittime sono quasi sempre DONNE.
Considerato che non c’è prevenzione più efficace del cambio di atteggiamento culturale, soprattutto da parte degli uomini, anche se per ora solo ragazzi, in questi giorni gli alunni del IV istituto S. Quasimodo hanno deciso di ricordare i nomi e le storie delle recenti vittime di femminicidio, hanno indossato come simbolo una mascherina rossa e soprattutto hanno ricordato che non devono essere solo le donne a manifestare, protestare e gridare aiuto ma che la violenza riguarda tutti, anche e soprattutto, gli uomini.