Gentili genitori,

il numero dei contagi da Covid 19 in quest’ultimo periodo è in costante aumento in tutto il mondo e, sventuratamente, anche nella nostra comunità locale. Mi sento di scrivere queste brevi considerazioni perché giungono da diverse parti segnalazioni che legano i contagi all’attività scolastica.

Naturalmente non si può escludere che nelle scuole ci siano state occasioni di contagio ma la presenza di disinfettante in tutti gli ambienti, la areazione continua dei locali, la mascherina obbligatoria per tutti (tranne gli alunni della Scuola dell’Infanzia), il Personale quasi interamente vaccinato, l’accesso consentito solo ai possessori di Green Pass, la segnalazione immediata all’ASP dei casi di positività e dei loro contatti, rende gli istituti scolastici molto più sicuri di tanti altri luoghi.

Specifico che non esiste il rischio zero in nessun contesto e meno che mai in un contesto come quello scolastico in cui si conduce vita comunitaria, ma è chiaro che deve essere fatto tutto il possibile per minimizzare il rischio.

Sono molto dispiaciuto che ci sia qualcuno in quarantena o in isolamento in questi giorni di festa, ma vi assicuro che ciò è avvenuto proprio perché sono stati segnalati (e non nascosti) i casi di positività riscontrati tra alunni e docenti e l’ASP ha dovuto emettere i conseguenti provvedimenti restrittivi.

In merito ad alcune specifiche situazioni mi sento di affermare che la Scuola ha portato avanti le iniziative consentite in zona bianca ed ha anche ritenuto di svolgerle con alcune limitazioni dettate dalla prudenza.

Si è scelto di non svolgere del tutto il ricevimento collettivo docenti in quanto si è sempre rivelato occasione di sicuro assembramento.

L’Open Day è stato frazionato per gruppi in momenti distinti proprio per evitare confusione e le prove per le esibizioni previste si sono svolte per gruppi classe separati o all’aperto con la mascherina.

Il tradizionale spettacolo natalizio in Chiesa Madre si è svolto coinvolgendo solo un numero limitato di alunni per non creare situazioni di assembramento sia tra chi si esibiva che tra il pubblico.

In tutti i casi per l’accesso a tutte le iniziative svolte (tra cui le recite natalizie di classe) è stato sempre richiesto il Green Pass.

Aggiungo per dovere di cronaca che tutti gli Istituti scolastici presenti sul territorio hanno realizzato le nostre medesime iniziative.

Ho invece constatato personalmente, negli stessi giorni in cui tutte le Scuole si sforzavano di realizzare iniziative in cui si dava il segno di una riapertura alla dimensione sociale pur nell’ambito delle regole prescritte, che non sono mancate occasioni in cui gli stessi alunni si sono trovati, al di fuori del contesto scolastico, in situazioni di confusione senza l’uso di alcun mezzo di protezione.

Concludo dicendo che sarebbe bene evitare, in caso di contagio da Covid, di polemizzare o puntare il dito verso qualcuno; in questa situazione siamo tutti vittime! Cerchiamo piuttosto di collaborare per evitare un ulteriore peggioramento del quadro pandemico, tentando di seguire tutte le norme che ci prescrive l’Autorità Sanitaria, peraltro in grave difficoltà a livello provinciale per l’eccessivo numero di casi da seguire.

Auguri sinceri di buon anno nuovo!

                                                                                                                                                                    Il Dirigente Scolastico