Grande successo hanno riscosso le sculture in carta, cartone e cartapesta che i nostri alunni dei tre ordini di scuola hanno realizzato   durante un corso di aggiornamento svoltosi con l'Associazione "Perfareungioco" di Roma, con a capo lo scenografo Roberto Capone. Il corso ha avuto una durata di quattro incontri: due giorni dedicati al Workshop sulla scultura in cartone e due giorni di laboratori didattici di riciclo creativo, ed ha visto il coinvolgimento degli insegnanti di arte, sostegno e tecnologia.
La fantasia ha un ruolo fondamentale nella crescita di ogni individuo ed è grazie ad essa che da adulti si avrà la speranza di un futuro migliore. Riuscire a fantasticare su un qualcosa è il primo passo per riuscire a realizzarlo.
"In una scuola dove non esistono errori", questo il motto dell'Associazione, non si verrà giudicati e allora diamo spazio alla fantasia e alla creatività!!

                                                  

                                                                                          Alcuni momenti del workshop




 

E' uscito il terzo numero del nostro Giornalino "La Quasimodo informa"!

 

 

 

Clicca qui e buona lettura!

    ↓↓↓

La Quasimodo informa

 




 

Dantedì: una giornata dedicata al Sommo Poeta, alla nostra lingua - l’italiano - alla nostra cultura e alla nostra Nazione.
"...di rose candide e vermiglie - quadri viventi della Commedia dantesca e petali di terzine da Inferno, Purgatorio e Paradiso”-

Da un'idea della  prof.ssa Nila Gallo, il Dipartimento di Lettere è orgoglioso di presentarvi il Progetto “…di rose candide e vermiglie - quadri viventi della Commedia dantesca e petali di terzine da Inferno, Purgatorio e Paradiso”-.
Ispirandoci ad un’opera che abbraccia tutte le declinazioni del reale, in concomitanza con la celebrazione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, il nostro Dipartimento di Lettere ha lavorato al progetto attraverso una rilettura contemporanea del poema dantesco.
Il giovane "Dante TikToker", immerso nel web, iscritto ai social media, connesso a smartphone e I-pad, sarà colui che accompagnerà lo spettatore ad un uso costruttivo dei social: divulgare l’arte e la poesia per ingentilire l’animo.
La rappresentazione teatrale del Poema dantesco ha avuto come fine quello di rendere onore ad un autore che è l’orgoglio della cultura italiana e di celebrare un poeta la cui opera è parte del panorama letterario italiano.
Al progetto hanno partecipato 30 alunni delle classi seconde e terze della Scuola Secondaria di Primo Grado che hanno interpretato, in chiave un po' moderna, immedesimandosi nei vari personaggi, il viaggio di Dante nell'aldilà.
A completare la scenografia non potevano mancare le melodie, eseguite da 7 musici, che vi proietteranno in un mondo incantato, e l'aulica presenza delle Muse e del Dio Apollo che hanno fatto da cornice ai quadri viventi.
Grazie a tutti i genitori per averci supportato e sostenuto. Un ringraziamento speciale a don Alessandro Genovese, per averci dato la possibilità di girare delle scene all’interno della Chiesa Madre. Doverosi ringraziamenti al Dirigente Scolastico, prof. Salvo Cantone, per venirci sempre incontro, nonostante le nostre richieste non sempre fattibili; al Vicepreside, prof. Ezio Rudilosso, per la perfetta macchina organizzativa; alla nostra carissima D.S.G.A, dott.ssa Rosita Pavano, e alla sig.ra Lucia Giarratana per la parte amministrativa.
Tutto il gruppo docente del IV Ist. Comprensivo "S.Quasimodo" di Floridia si unisce al Dantedì citando il verso finale del XXXIV canto dell’Inferno che rispecchia la realtà attuale: “E tornammo a riveder le stelle”. Nel frattempo, aspettando e augurandoci di ritornare alla vita normale, auguriamo Buona e Santa Pasqua a tutti voi e alle vostre famiglie.




 

Grazie al coinvolgimento del prof.di Matematica, Antonio Gallitto, la nostra Scuola sta partecipando al concorso indetto per la Giornata Mondiale dedicata alle persone con sindrome di Down. Il Progetto-Gioco, per quest'anno, si intitola “𝗨𝗻𝗮 𝗺𝗮𝗻𝗼… 𝗽𝗲𝗿 𝗱𝗶𝗿𝗲 𝗰𝗵𝗲 𝗰𝗶 𝘀𝗶𝗮𝗺𝗼”. E la nostra Scuola c'è e ci sarà sempre per affrontare queste tematiche!
La mano rappresenta simbolicamente un segno di amicizia, di fratellanza, di lealtà e di fiducia: valori che rappresentano le basi interiori della nostra vita.
I nostri alunni, guidati dalla prof.ssa d'arte, Silvia Sgariglia, hanno disegnato il contorno della propria mano e dato sfogo alla loro fantasia. Gli elaborati sono pubblicati sulla pagina di #CittàEducativaSiracusa.
#Una_mano_per_dire_che_ci_siamo #videolettura #giocoattività #happypeople #la_mia_mano #Fuad_Aziz Associazione Italiana Persone Down - AIPD Nazionale Siracusa Città Educativa Giosef Siracusa Artebambini.
Per votare i disegni realizzati dai nostri alunni andate sulla pagina Facebook "AIPD - Sezione Siracusa". Grazie a chi lo farà.
https://youtu.be/9pdXUNlAlr8




 

Presso il Plesso Centrale del IV Istituto Comprensivo "S. Quasimodo" è stato avviato il progetto "A scuola di scacchi", tenuto dal prof. di Matematica Salvo Pignolo. Il progetto vede coinvolti gli alunni delle classi quinte della scuola primaria. Il nostro obiettivo è quello di utilizzare il gioco degli scacchi come strumento pedagogico nella scuola primaria, con l’intento di rendere i bambini costantemente protagonisti e via via sempre più consapevoli delle proprie competenze senso-motorie, attraverso il gioco e l’uso di un’intelligenza attiva; migliorare la concentrazione, la pazienza, la perseveranza; sviluppare il senso di creatività, l’intuito e la memoria. Gli scacchi insegnano, inoltre, determinazione, motivazione e spirito sportivo.
Ragazzi, muovete i vostri pezzi per tutta la scacchiera, catturate i pezzi nemici e, se possibile, date perfino scaccomatto.
Buona e sana competizione a tutti voi.




 

E' uscito il secondo numero del nostro giornalino "La Quasimodo informa"

           

 

    Clicca e buona lettura!

      ↓↓↓

La Quasimodo informa




 

Da g. 08/02/21 riprende il servizio di ricevimento individuale docenti. Nel menù "Servizi on line" di questo sito, alla voce "Ricevimento insegnanti a.s.2020/21", è possibile consultare le disponibilità dei docenti. Si ricorda ai gentili genitori che i colloqui individuali devono essere richiesti tramite l'apposito modulo scaricabile qui, o incaricare l'alunno di richiederlo presso la postazione dei collaboratori scolastici. Il docente destinatario della richiesta lo restituirà con l'indicazione del codice riunione per l'incontro a distanza su piattaforma Google Meet.