Questa mattina, 27 gennaio 2020, presso l'Aula Magna del nostro Istituto, i nostri alunni delle classi 3° di Scuola Secondaria hanno vissuto un'esperienza davvero toccante, rivivendo la triste pagina di storia che vide, nello stesso giorno di 75 anni fà, i soldati dell’Armata Rossa fare il loro ingresso nel campo di concentramento di Auschwitz, liberando i prigionieri sopravvissuti alle barbarie dei Nazisti. Gli alunni  hanno incontrato il geometra Franco Insolia, a cui vanno i nostri ringraziamenti per aver fatto conoscere loro quali atrocità siano accadute nei campi di sterminio. Il geometra ha fatto rivivere, attraverso le testimonianze del padre Angelo, Sergente del Regio Esercito Italiano, gli orrori della guerra. Ha raccontato, con forte emozione, del padre deportato nei campi nazisti dopo la firma dell’armistizio, avvenuto a Cassibile l'8.09.1943, quando molti dei nostri valorosi soldati, chiamati dai tedeschi "Internati Militari Italiani", furono fatti prigionieri dagli ex alleati e costretti, come schiavi, a scavare i rifugi antiaerei per i nazisti. I ragazzi hanno ascoltato, con molto interesse, cosa sono state le leggi razziali, la deportazione nei campi subita da milioni di persone (insieme agli ebrei, zingari, omosessuali, portatori di handicap, oppositori politici..).Il messaggio trasmesso dal geometra Insolia, ai ragazzi, è che questi orrori non si compino mai più, e che siano proprio loro, nuove generazioni, a tenerne vivo il ricordo.

Mercoledì, 29.01.2020, tutte le classi del nostro Istituto si recheranno presso il "Teatro Vasquez" di Siracusa per assistere allo spettacolo teatrale "L'Olocausto".

           




                                                         Alcuni momenti dell'incontro

Oggi, 24 gennaio 2020, nei locali dell'Aula Magna del nostro Istituto, si è tenuto un interessantissimo seminario di formazione inerente il Progetto "A Scuola di Genere", promosso e sostenuto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari opportunità, e coordinato dalla "Fondazione Rita e Paolo Borsellino" di Palermo, in partnership con l’associazione "Work in progress" di Floridia, e a cui la nostra Scuola aderisce ormai da due anni. Ospiti dell'incontro le magistrate dott.ssa Picozzi e Perricone, Procuratori aggiunti a Palermo, da anni in prima linea nel contrasto alla violenza di genere, ed il sociologo dott. Pillera. Scopo principale del Progetto è  educare studentesse e studenti alla valorizzazione delle differenze, ed al contrasto delle discriminazioni di genere. Solo con  una solida azione educativa si può evitare  che la disuguaglianza di genere si trasformi, negli anni, in disuguaglianza sociale, nel lavoro e nella vita. Questo, in sintesi, è il messaggio che i nostri ospiti oggi hanno voluto trasmettere ai docenti che hanno sentito il dovere sociale ed umano di intraprendere un percorso didattico-formativo, che dia loro degli efficaci strumenti per poter sensibilizzare i nostri alunni a contrastare questa odiosa piaga sociale. All'incontro sono intervenuti anche numerosi docenti del Liceo Scientifico "Einaudi" di Siracusa, unica Scuola della provincia, insieme alla nostra, ad essere stata invitata a partecipare a questo prestigioso Progetto Ministeriale.

                  

                                                  Alcuni momenti della conferenza.




 

Si è svolto stamattina, 20 gennaio 2020, l'atteso incontro con la scrittrice Catena Fiorello.

Nei locali del Centro Servizi di Floridia la scrittrice ha attirato la simpatia dei 150 alunni delle classi seconde dei tre Istituti Comprensivi, la classe terza del Liceo Scientifico di Floridia e dell'Istituto "Boggio Lera" di Catania che, grazie ad un progetto in rete, hanno potuto presenziare all'evento. Gli alunni, molto volentieri, hanno chiacchierato con l’autrice e non hanno perso l’occasione di farsi autografare il libro letto e dare sfogo alla loro curiosità con domande. I dirigenti hanno fortemente puntato su queste iniziative e accolto ben volentieri l’incontro di stamattina. L’esuberante scrittrice, con la sua simpatia, ha subito rotto gli schemi degli incontri ormai standardizzati e spesso noiosi per i ragazzi. Catena Fiorello, dopo i convenevoli e saluti dal palco, ha voluto parlare del suo libro "Picciridda" passeggiando tra i numerosi simpatizzanti. Ha letteralmente fatto sua l’attenzione dei ragazzi e, dopo aver rotto il ghiaccio, ha iniziato la presentazione del suo libro. Una storia davvero entusiasmante che ha rapito i giovanissimi lettori che attendono con ansia l’uscita del film, prevista per l'8 marzo. A sorpresa è arrivata Lucia Sardo, attrice, regista e autrice, che ha raccontato un episodio del suo incontro con Oliver Stone, al Teatro Greco di Taormina, durante la premiazione dei film, catturando l'attenzione della platea. La giornata, tra l'entusiasmo di tutti i presenti, si è conclusa con abbracci, autografi e selfie. Un caloroso ringraziamento va a tutti i Dirigenti Scolastici ed ai docenti che si sono prodigati per la buona riuscita di questa iniziativa. Un ringraziamento particolare va alla prof.ssa Valentina Lavore, il cui impegno ha sicuramente determinato il successo del Progetto " Leggere ci piace".

 

               

 

Il Dirigente Cantone introduce il Progetto                   La prof.ssa Lavore presenta Catena Fiorello




 

Un altro importantissimo riconoscimento alla nostra Scuola, da parte dell'Unicef, per l'impegno profuso nel riconoscimento dei diritti dell'Infanzia. Questa mattina, 12 dicembre '19, il Nostro Dirigente ha ricevuto questo ambìto riconoscimento che rappresenta uno stimolo a continuare strenuamente la battaglia per la difesa dei diritti dell'Adolescenza. Orgoglio Quasimodo!    

                          




 

Ancora un altro appuntamento nell'ambito del progetto in rete Poli di Biblioteche scolastiche “Leggere ci piace”.
I ragazzi delle classi V della Scuola Primaria dei tre istituti floridiani hanno incontrato presso la Sala Iris la scrittrice e grecista Giuseppina Norcia.
La scrittrice insieme agli alunni ha dialogato sul talento, la letteratura, la scienza e la vita di Archimede, ispirandosi al proprio libro “Archimede una vita geniale”.

 

           




 

Oggi, 02 dicembre 2019, partecipando al progetto Poli di Biblioteche scolastiche “Leggere ci piace”, gli alunni dei tre Istituti Comprensivi di Floridia hanno incontrato nell’Aula Magna del nostro istituto Simona Lo Iacono, autrice de “L’Albatro”.
La scrittrice ha coinvolto i ragazzi in un gioco/quiz ispirato alla celebre trasmissione “Per un pugno di libri”. Tutti i ragazzi hanno dimostrato grande maturità e sensibilità, sapendosi districare tra  le prove e domande, non sempre semplici, proposte dall’autrice.
Il nostro istituto si è distinto aggiudicandosi il primo premio, ossia il “pugno di libri”, messo in palio dalla casa editrice Neri Pozza, che andrà ad arricchire la nostra già fornitissima biblioteca. Un caloroso ringraziamento a tutte le colleghe ed agli alunni dei tre Istituti che hanno partecipato a questa iniziativa, e tanti complimenti ai nostri ragazzi!

 

 

                                                 

Il Dirigente Cantone introduce la scrittrice Lo Iacono.                        I nostri ragazzi mostrano orgogliosi

                                                                                                            il premio ricevuto.




 

Momenti drammaticamente toccanti quelli vissuti dai presenti alla conferenza sulla violenza sulle donne, tenutasi ieri, 27 novembre '19, nell'Aula magna del nostro Istituto. I nostri alunni delle classi terze di Scuola Secondaria, insieme ai tanti ospiti intervenuti all'evento, hanno potuto ascoltare le drammatiche testimonianze di numerosi parenti di donne uccise quasi sempre dai loro compagni o mariti, donne che hanno trovato la morte per paura di denunciare la violenza sia fisica che psicologica che subivano da coloro i quali un tempo avevano  giurato loro amore eterno, o per le assurde ed inconcepibili contraddizioni delle leggi che dovrebbero tutelare chi denuncia e perseguire chi delinque. La conferenza di ieri fa parte di un più ampio progetto chiamato "A scuola di genere", a cui il nostro Istituto partecipa su invito del  Ministero alle Pari Opportunità, e che si articola in diverse tappe. Il progetto vede nella sensibilizzazione dei nostri alunni al problema della sopraffazione tra i generi lo scopo principale della sua realizzazione. Oltre al coinvolgimento dei nostri ragazzi, il progetto "A scuola di genere" prevede anche corsi di formazione per i nostri docenti ed incontri con magistrati da sempre in prima linea nella lotta alla violenza di genere. La partecipazione della nostra Scuola al progetto su invito del Ministero alle Pari Opportunità ci inorgoglisce, e sicuramente  ci sprona nella sensibilizzazione della nostra comunità a combattere senza tregua la drammatica piaga della violenza sulle donne.

Guarda il servizio realizzato da Telestar

         ↓↓↓

https://www.youtube.com/watch?v=jsfKeHGcZgQ&feature=youtu.be

            

                     Il Dirigente Scolastico Cantone apre i lavori della conferenza.