Sabato 8 febbraio, accompagnati dalla docente di italiano Nila Gallo, alcuni studenti del nostro Istituto hanno partecipato alla premiazione del concorso di scrittura creativa “RIiscriviamo il mito”, promosso dal Liceo Gargallo di Siracusa, nell’ambito della II edizione della Giornata Mondiale della Lingua e della Cultura Greca. Le classi II e III C si sono cimentate sui miti di Medea, Edipo ed Ero e Leandro, lasciando la propria fantasia libera di volare tra calligrammi, filastrocche, monologhi, ricette culinarie e sonetti. L’Istituto Quasimodo si è distinto guadagnandosi sia il primo posto con il sonetto “Il muro di mare” composto da Sara Alibrio, Erica Carpinteri, Mattia Denaro e Josephin Martorino sia il secondo posto con il calligramma “L’abito fiammante” di Marcantonio Carpinteri, Diana Cristallino, Sebastiano Di Mauro, Miriam Martorino e Nicole Raniolo. Per la realizzazione del calligramma, un ringraziamento particolare va alla professoressa Silvia Sgariglia. Inoltre, il premio simpatia è stato assegnato ex aequo con il Paolo Orsi di Siracusa al componimento “Medea al tempo degli chef stellati” di Mattia Bellomo, Andrea Marchese Ragona, Carola Petrolito e Salvatore Vasile.I vincitori hanno ricevuto un attestato di partecipazione e un libro ciascuno, che accompagnerà le loro letture estive. Un plauso va anche agli altri finalisti: Damiano Caramma, Giorgia Cascone, Manuela Mazzone, Matteo Patanè, Giada Failla, Francesco Garofalo, Gabriele Genovesi, Vincenzo Leone, Greta Scatà, Helen Cucurullo, Leandra D’Ambrogio, Giorgia Failla, Giulia La Vaccara, Gabriele Raciti.




 

Si comunica che nei gg. 03/04/05 dicembre 2019 si svolgeranno le giornate per l'orientamento delle classi terze della Scuola Secondaria di 1° Grado. La nostra Scuola ospiterà le rappresentanze delle Scuole Secondarie di 2° Grado, con le seguenti modalità:

g. 03 dicembre       dalle ore 09:00 alle ore 13:30...............Licei

g. 04 dicembre       dalle ore 09:00 alle ore 13:30...............Istituti Tecnici

g. 05 dicembre       dalle ore 09:00 alle ore 13:30...............Istituti Professionali

 

Al termine delle attività gli alunni delle classi terze saranno licenziati.




 

Violenza di genere: uno ricerca del Centro studi "Paolo e Rita Borsellino" sostenuto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari opportunità, a cui hanno partecipato l’Einaudi di Siracusa e il Quasimodo di Floridia.

 

E' stata presentata nella sala conferenze dell'Istituto Einaudi la ricerca, promossa e sostenuta dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari opportunità, e coordinata dalla "Fondazione Rita e Paolo Borsellino" in partnership con l’associazione Work in progress di Floridia. Alla ricerca, dal titolo "L'indagine sulla percezione delle discriminazioni di genere tra gli studenti siciliani di scuola secondaria di primo e secondo grado", hanno partecipato per la provincia di Siracusa gli studenti dell'I.C. Quasimodo di Floridia e del liceo scientifico Einaudi di Siracusa.

 Angela Solaro e Giuseppe Pillera, sociologi del Centro Studi Rita e Paolo Borsellino, in collaborazione con Cristina Sanzaro, presidentessa dell'Associazione Working in Progress,  hanno illustrato i risultati della ricerca che ha visto il coinvolgimento di otto scuole di quattro  province (Catania, Caltanissetta, Palermo e Siracusa), per un totale di 1026 studenti di tutta la Sicilia.

A un campione di 125 studenti delle classi quarte del liceo Einaudi e a un altro altrettanto campione dell’Istituto Comprensivo S. Quasimodo di Floridia è stato somministrato un questionario volto a rilevare la percezione del fenomeno della discriminazione e della violenza di genere. L’incontro ha fornito interessanti e stimolanti elementi di riflessione sulla struttura delle rappresentazioni sociali connesse alla violenza di genere. Dai risultati dell’indagine sono emersi gli stereotipi e i luoghi comuni che dominano nella popolazione scolastica campione.

Soddisfatti la dirigente scolastica Teresella Celesti e la referente del progetto per l'Einaudi, Concita Pitruzzello: “Siamo consapevoli che l’educazione ha un ruolo fondamentale e la scuola fa la differenza. Da tempo la scuola si è posto l’obiettivo di educare studentesse e studenti alla valorizzazione delle differenze a al contrasto delle discriminazioni di genere. Solo una solida azione educativa può evitare  che la disuguaglianza di genere si trasformi, negli anni, in disuguaglianza sociale, nel lavoro e nella vita”.

All’incontro hanno anche partecipato il dirigente scolastico del Quasimodo, Salvo Cantone, il vice questore Francesco Bandiera, la presidentessa della Associazione Casa delle Donne di Ragusa, Rita Iudice, la docente dell’Einaudi, Lella Barone,  e la psicologa dell'ASL, Rosa Di Benedetto.

Oltre all’indagine, il progetto prevede anche una seconda fase con laboratori per gli studenti e un corso di formazione per i docenti.

                                I sociologi Angela Solaro e Giuseppe Pillera in un momento dell'incontro.




 

Stamani nei locali  del IV I.C.S.Quasimodo  si è svolta la consegna delle certificazioni  Cambridge (Starters - Movers- Flyers)  agli alunni che hanno sostenuto gli esami nel mese di Giugno. Congratulazioni alle docenti Gibilisco Simonetta, Romano Giusy  e alla docente madrelingua Valentino Silvia ma,  soprattutto  complimenti ai ragazzi che risultano sempre più  vogliosi di apprendere la lingua straniera , cogliendo le  opportunità che la nostra scuola offre loro . Siamo fermamente convinti  che  l’incontro con culture diverse arricchisce la crescita umana e culturale dei nostri ragazzi, e la conoscenza delle lingue straniere riduce le distanze ed apre nuovi orizzonti e nuove opportunità.




 

Clicca sul link sottostante per vedere il servizio televisivo realizzato da TeleStar sul nostro Progetto "Scuola all'Aria Aperta"

↓  ↓  ↓

https://youtu.be/G-RBuYqQIwY




 

Oggi, 30 Aprile 2019, alcuni alunni e docenti della nostra Scuola sono andati in pellegrinaggio civile alla stele eretta in memoria di Rosario Livatino, il "giudice ragazzino" barbaramente ucciso dalla mafia. I nostri ragazzi  hanno deposto  un mazzo di fiori in ricordo di questo eroe civile dei nostri tempi.

 

                

                                                 I nostri alunni in visita alla stele dedicata al Giudice Rosario  Livatino.